Al caffè de La Versiliana narrazione e degustazioni per la promozione di percorsi enogastronomici

Al Caffè de La Versiliana a Marina di Pietrasanta, si  è discusse delle attività di “Vetrina Toscana 2022″.

La nuova campagna di comunicazione di Vetrina toscana prende spunto proprio dai prodotti e dai piatti più iconici, e li rende protagonisti. Tra questi spiccano il lardo di Colonnata IGP e la torta di ceci, protagonista del 5e5, simboli di luoghi e territori da cui si parte per raccontare, attraverso l’enogastronomia e l’arte, le città di Carrara e Livorno, un vero e proprio #viaggionelviaggio.

Francesco Tapinassi, Direttore Toscana Promozione Turistica, parla delle strategie di promozione attraverso cui viene declinata la nuova campagna e delle novità di  Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana tra i primi esempi di turismo enogastronomico che lega territorio, ristoranti botteghe e prodotti ad itinerari all’insegna del gusto. 

Roberto Scalacci, Direttore presso la Direzione Agricoltura e sviluppo rurale della Regione Toscana parla di nuovi importanti strumenti di partecipazione proposti dalla Regione: le Comunità del Cibo e il Centro delle competenze sulle produzioni agroalimentari tradizionali, opportunità di confronto intersettoriale tra le migliori esperienze di valorizzazione di queste produzioni e per l’animazione delle attività territoriali nell’agroalimentare.

Davide De Crescenzo, Direttore responsabile di InToscana.it, illustra per conto di Fondazione Sistema Toscana il concept della nuova campagna e le molteplici risorse che si possono trovare sul sito www.vetrina.toscana.it

Daniele Rocca, Editore di Finestre sull’Arte, racconta le due città in una visione di Toscana oltre al Rinascimento: dai post macchiaioli ai contemporanei del marmo “Livorno e Carrara cenerentole ma non troppo”.

L’evento, condotto da Daniela Mugnai, rientra tra le iniziative di Toscana Promozione Turistica ed è organizzato da Vetrina Toscana il progetto di Regione e Unioncamere Toscana, in collaborazione con le associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti. Si presenta al pubblico la campagna di comunicazione che ha una forma narrativa molto originale: un raffinato racconto attraverso immagini che abbinano cromaticamente i colori dei paesaggi toscani con i piatti e i prodotti della nostra tradizione.

Degustare il cibo locale significa fare un’esperienza unica: “Un viaggio nel viaggio. Questo è il claim della nuova campagna di comunicazione di Vetrina: un insieme di immagini che ci traghetta nella Toscana più autentica tra tradizione e contemporaneità, dove a dominare sono le assonanze visive, le forme, i paesaggi, i prodotti, le ricette e i colori della nostra regione.

Chiude la chiacchierata un vero e proprio “assaggio” della campagna con i piatti e prodotti protagonisti degli spot pubblicitari, in collaborazione con l‘Unione Regionale Cuochi Toscani e gli chef di Vetrina Toscana. Dal lardo di Colonnata IGP al lardo di mare dello chef Maurizio Marsili, dalla Torta di riso di Carrara al 5e5, dal pesce azzurro al baccalà, va in scena la Toscana più autentica.

L’incontro al Caffè de La Versiliana è promosso e organizzato da Fondazione Versiliana in collaborazione con Comune di Pietrasanta e con il sostegno di Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica.

La Fondazione Versiliana ricorda che l’ingresso agli Incontri al Caffè è come sempre libero fino ad esaurimento posti. Gli incontri al Caffè saranno trasmessi in diretta streaming sulle pagine facebook “La Versiliana” e “Comune di Pietrasanta” e saranno in onda anche su Noi Tv, TV Parma, Tele Etruria, Umbria Tv e Toscana TV.

Le vigne del Chianti

StraFesta Toscana: appuntamenti stra-ordinari tra bellezza e gusto

In viaggio lungo le 20 strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori – StraFesta Toscana: un calendario unico che si rinnova ogni mese

StraFesta Toscana: agosto arriva con appuntamenti curiosi, classici e ovviamente golosi lungo percorsi impareggiabili, con visite a un migliaio di aziende agricole di vino e olio; oltre un centinaio di caseifici, birrifici, aziende per la lavorazione della carne e del tartufo; più di cento strutture ricettive dove soggiornare a scelta tra hotel, b&b e camping cui si aggiungono oltre duecento agriturismi e ristoranti. Seguendo il fil-rouge del vino, dell’olio e dei sapori, l’estate si anima lungo un itinerario di 2.500 chilometri che unisce venti strade con centinaia di borghi, molti dei quali per la bellezza paiono fermi ai tempi del Brunelleschi.

In questi scenari, talvolta da fiaba, gli eventi culturali e artistici diventano ancora più stra-ordinari. Da seguire in modalità slow, come vuole il turista da queste parti. Dalle degustazioni alle cene nelle contrade, alla musica live, dalla magia ai pic nic sotto le stelle (con figli a carico): in alto i calici!

È la notte di San Lorenzo che StraFesta Toscana raggiunge il culmine agostano, a partire dall’iniziativa “Calici di stelle” con degustazioni unite a spettacoli e contemplazione del cielo.

La Strada del vino di Monteregio, per esempio, alle 22 del 10 agosto nel centro storico di Massa Marittima propone l’assaggio dei migliori vini della omonima Doc Monteregio e della Doc Maremma Toscana, abbinandoli ai piatti tradizionali della cucina maremmana (tel. 0566902756 – www.stradavino.it – info@stradavino.it ).

La Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese è invece artefice della notte più attesa dai wine lovers d’Italia: nel borgo cinquecentesco di Montepulciano, degustazioni del Vino Nobile di Montepulciano DOCG tra vicoli, in piazzette panoramiche, nel prato del monumentale Tempio di San Biagio e nella maestosa Piazza Grande. Si possono apprezzare i rossi poliziani in abbinamento ai prodotti tipici dei territori con degustazioni al tavolo (su prenotazione) al banco o a cena nelle sedi delle otto contrade del Bravìo del Botti. A mescere i sommelier FISAR e a rendere unica l’atmosfera l’esibizione dei Maestri dell’Istituto di Musica di Montepulciano Hans Werner Henz, musica live in Piazza Grande e S. Agostino, l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. Di giorno o in notturna, la bellezza senza tempo di questo borgo si può “tastare” con le visite guidate del centro storico e delle cantine monumentali organizzate da Valdichiana Living. (www.calicidistellemontepulciano.it – Tel. 0578717484 email info@stradavinonobile.it ).

E sempre per “Calici di stelle” La Strada del Vino Orcia, nel centro storico di Castiglione d’Orcia invita a esperienze enogastronomiche unite ai concerti della Divina Orchestra, a esposizione di moto d’epoca e mercatini dell’artigianato. Le degustazioni sono a cura dell’ONAV  (tel. 3932928956).

www.comune.castiglionedorcia.siena.it – alixerossi@gmail.com).

S’intitola “I Giorni del Vino – visite in cantina” l’iniziativa della Strada del vino di Arezzo che al costo di 5€ propone visita di cantina, vigneti e degustazione alla fattoria Casabianca, contemplando diversivi collaterali come il pic-nic serale e la passeggiata con alpaca per bambini (a pagamento extra e su prenotazione (Tel 339 8869567 – info@fattoria-casabianca.it http://www.fattoria-casabianca.it).

Infine, Aperivino in natura, immersi in un clima di totale relax nell’Azienda Agricola Vallorsi – pancali, cuscini, luci soffuse, musica – per l’iniziativa della Strade del vino Colline Pisane che a Terricciola propongono al costo di € 15 a persona, 2 calici di vino a scelta e un tagliere toscano. Serve la prenotazione (informazioni: 340.77733).

La festa è qui: ecco le 20 strade

Arezzo, Nobile Montepulciano, Monteregio di Massa Marittima , Strada del Vino Orcia, Lucca Montecarlo e Versilia, Marrone di Marradi, Vino Colline Pisane, Valdinievole, Montalbano e Colline di Leonardo, Costa degli Etruschi, Olio Monti Pisani, Carmignano e sapori tipici pratesi, Montecucco e Sapori dell’Amiata, Colli di Candia e Lunigiana, Strada del Chianti Montespertoli, Strada del Chianti Classico, Strada del Vino Vernaccia di San Gimignano, Strada dei vini di Cortona, Strada dei sapori della Val di Merse.

StraFesta: un nome venti perché Stra come strade, ma anche come straordinario. Straordinari i luoghi, tutti uniti dell’alta vocazione produttiva (vitivinicola, olivicola , prodotti DOP e IGP) e che offrono attrattive naturalistiche, culturali e storiche particolari, significative, tra le più fotografate al mondo. Insieme, le Strade promuovono lo sviluppo rurale e il turismo enogastronomico per valorizzare le produzioni locali nell’ambito di un contesto culturale, ambientale, storico e sociale… straordinari, appunto.

La Legge Regionale 5 agosto 2003 n. 45 disciplina le strade del vino, dell’olio extravergine di oliva e dei prodotti agricoli e agroalimentari di qualità.

Le Strade del vino fanno parte della rete di Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove il turismo enogastronomico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: