Il convegno svoltosi a Parma nei locali di “Arte & Gusto” rientrava nella campagna nazionale “Mangiasano 2023”.Anche la bandiera della Sostenibilità e della Qualità alimentare dovrà sventolare davanti al Palazzo dell’ l’Autorità europea a Parma. Il 16 ottobre, Giornata mondiale dell’Alimentazione, iniziative di Vas a Parma e nelle maggiori città italiane  sul tema: “UE garantisca Sostenibilità e Qualità del Cibo”

La sicurezza alimentare non basta. Il cibo che arriva sulle tavole di tutti i consumatori europei – e stiamo parlando di oltre 448 milioni di persone – deve essere buono, cioè di qualità, e deve essere amico del pianeta, in pratica deve essere sostenibile lungo tutta la filiera “dalla terra alla tavola”. Ma chi può garantire questi obiettivi? Chi può vigilare? Non bisogna inventare niente, basta conferire maggiori poteri e magari anche più indipendenza all’Efsa, l’Autorità europea che fino ad ora ha avuto come esclusiva competenza il campo della sicurezza alimentare.

L’appello per una riforma dell’Authority è stato lanciato non a caso da Parma – la città che 20 anni fa è stata scelta come sede dell’Efsa – e a portare avanti la bandiera del cambiamento è stato “L’UE garantisca Sostenibilità e Qualità del Cibo”, l’affollato convegno organizzato giovedì 21 settembre dai Vas (Verdi Ambiente & Società) con il patrocinio del Comune di Parma, del ministero per dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, di Parma Food Valley e della Fondazione UniVerdeL’iniziativa era inserito nel palinsesto degli eventi di “Settembre Gastronomico Parma”-

I relatori

Alfonso Pecoraro Scanio: La “riforma” dell’Efsa entro il 2025

«Cambiare è necessario, prima che si presentino nuove emergenze», esordisce Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde, durante il convegno ospitato nel locale Arte&Gusto in via Emilia Est, 87 a Parma, dopo aver ricordato che l’Efsa nacque anche sull’onda dell’emergenza della mucca pazza e del pollo alla diossina. Ora che non ci sono allarmi legati all’alimentazione, è il momento più opportuno per conferire all’Authority le competenze sulla qualità e sulla sostenibilità degli alimenti. «A Parma potremo fare un bel lavoro, perché questa città ha nel suo Dna l’attenzione verso la qualità», assicura l’ex ministro all’Agricoltura che durante il governo Amato votò a favore della candidatura parmigiana per ospitare la sede Efsa. Sede che per un soffio non andò a finire ad Helsinki. «Nel 2024 dovremmo raggiungere questo obiettivo. Ma mi accontenterei di raggiungerlo anche nel 2025», dice, con innegabile ottimismo, l’ex ministro. Il governo presieduto da Giuliano Amato che il 19 maggio 2000 approvò la candidatura di Parma aveva nella compagine il ministro Gianni Mattioli alle politiche comunitarie che fu un tenace assertore della candidatura della città di Parma a sede dell’EFSA.

Giorgio Calabrese: l’Efsa deve crescere

«Dobbiamo far entrare l’Efsa nella maggior età e alla “S” della sicurezza va aggiunta la “Q” della qualità alimentare. Efsa deve evolvere, assumere più responsabilità, altrimenti resterà un bimbo prodigio che non è mai riuscito a diventare adulto», afferma, con una metafora molto efficace, Giorgio Calabrese, presidente del comitato nazionale per la Sicurezza alimentare del ministero della Salute, uno dei padri dell’Efsa prima a Bruxelles e poi a Parma e primo firmatario dell’ appello lanciato da Vas.

Cesare Azzali, presidente della Fondazione Collegio europeo

«Dobbiamo segnalare alle istituzioni europee – dice Cesare Azzali, direttore dell’UPI e presidente della Fondazione Collegio europeo – che a tutela dei consumatori l’Agenzia per la sicurezza alimentare deve cambiare, completando le sue competenze sulla sicurezza anche nella direzione della qualità dei cibi e della sostenibilità dei processi produttivi. Insomma, il cibo, oltre ad essere sicuro, deve essere anche buono. Ne va della tutela dei consumatori non solo italiani, ma europei».

A proposito di persone, date e di storia, Donato Troiano, direttore di Gustoh24 e del Consiglio nazionale di VAS, ha ricordato, introducendo il dibattito, che durante un convegno organizzato nel 1988 nell’Aula dei Filosofi dell’Università di Parma: «Lanciammo allora per primi l’idea di fare a Parma la sede dell’Agenzia per la sicurezza alimentare. Poi con il consigliere provinciale Luigi Pelizzoni e con la regia del Presidente della Provincia Andrea Borri (che coinvolse, tra gli altri, il Comune di Parma, la Camera di commercio, l’Università e la regione Emilia Romagna) si arrivò a battere la temibile concorrenza finlandese con la candidatura di Helsinki». Il 13 dicembre 2003 la scommessa fu vinta e Bruxelles assegnò ufficialmente l’Efsa all’Italia. «L’Authority a Parma» titolava, il giorno dopo della storica notizia, il quotidiano locale, la Gazzetta di Parma. «Il prerequisito della sicurezza alimentare non può essere disgiunto da quello della qualità e della sostenibilità – continua Troiano -. Mi auguro di vedere ora sventolare le bandiere della qualità e della sostenibilità alimentare davanti alla sede Efsa di viale Piacenza a Parma».

Il sostegno di Gian Marco Centinaio e di Gian Luca Borghi

L’intervento dell’Assessore all’Ambiente Gian Luca Borghi

A sostengo di un ampliamento delle competenze si è schierato, con una lettera inviata a Troiano,  il vice presidente del Senato, Gian Marco Centinaio (il testo si può leggere in questa pagina più avanti). Anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Parma Gian Luca Borghi è intervenuto alla serata e si è dichiarato favorevole alla proposta dei Vas  affermando inoltre che  è necessario declinare a livello locale il concetto di sostenibilità con una serie di scelte e di progetti che consentano di raggiungere l’ambizioso obiettivo di arrivare alla neutralità carbonica di Parma entro il 2030. Parma infatti  è tra le 100 città Carbon Neutral 2030.

Da ricordare che il convegno era dedicato a Guido Pollice, fondatore dei Vas e di Green Cross Italia, recentemente scomparso. Lo ha ricordato il presidente nazionale di Vas, Stefano Zuppello.

Daniele Granara, Professore associato di diritto costituzionale all’Università di Genova“  si è soffermato sul tema: ”Regime agroalimentare e qualità della vita: garanzie costituzionali”. Qui sotto il suo intervento video ripreso da Lentium.

Hanno partecipato alla serata anche Nelson Marmiroli, professore emerito di Bioteconologie ambientali dell’Università di Parma,  Francesco Lenoci, docente all’ Università cattolica del Sacro Cuore di Milano ha parlato su: “Il cibo giusto è sostenibile”; Fabrizio Capaccioli, Ad del Gruppo AsacertT: “L’impegno di Asacert per la Sostenibilità”, Cecilia D’Aloia, vice presidente de La Doppia Elica e Cinzia Covati, referente di Parma del Comitato Cfu-Italia Comitato Fibromialgici Uniti.

Il convegno, che rientrava nella campagna «Mangiasano», una delle numerose iniziative messe in calendario dai Vas in tutta Italia. Il 16 ottobre, in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, saranno organizzate iniziative sul cibo in molte città italiane.

I promotori della “Campagna EFSA”

Si ricorda che l’appello per ampliare le competenze dell’Efsa è stato promosso nel 2022 dalle seguenti personalità: Giorgio Calabrese, Presidente comitato nazionale per la Sicurezza alimentare del Ministero della salute; Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente di UniVerde, già Ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura, Carlo Gaudio, presidente del Crea, Loredana De Petris, Capogruppo del Gruppo misto del Senato della Repubblica, Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e già ministro dell’Ambiente, Nelson Marmiroli, Professore Emerito Biotecnologie ambientali dell’Università di Parma, Direttore del Consorzio InterUniversitario Scienze Ambientali (CINSA); Gianni Mattioli, già Ministro delle politiche Comunitarie, Enrico Derflingher, Presidente internazionale di Euro-Toques, Guido Pollice, Presidente onorario di Verdi Ambiente & Società, Rocco Pozzullo, Presidente nazionale FIC – Federcuochi, Claudia Sorlini, già Preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Milano, Donato Troiano, del Comitato scientifico di Nuova Verde Ambiente e direttore di Gustoh24, Stefano Zuppello, Presidente nazionale di Verdi Ambiente & Società.

La rassegna stampa

L’articolo di Pierluigi Dallapina sulla Gazzetta di Parma 22 settembre
Stefano Zuppello, Presidente nazionale di VAS e Donato Troiano, del Comitato scientifico di Nuova Verde Ambiente
Mostra: il premier “Amato lancia Parma”, l’annuncio che il governo sceglie Parma nel giugno 2000
Uno scorcio della Mostra con la Gazzetta di Parma che annuncia “L’Authority a Parma”
Donato Troiano, Cesare Azzali e Stefano Zuppello davanti alla “mostra Efsa” allestita da Arte & Gusto a Parma
Foto di apertura del servizio televisivo di 12 TVParma

Mangiasano 2023 a Roma promosso da VAS in collaborazione con CFU-Italia, FIRAB, ARI.  

Appuntamento nei locali di Arte & Gusto

Gazzetta di Parma  12 settembre 2023

Mangiasano 2023: servono più poteri all’Efsa. Leggere su EFA News

Tutto pronto a Parma per l’edizione 2023 di “Mangiasano 2023” che punta a rafforzare l’Autorità per la sicurezza alimentare. Leggere sul Corriere Ortofrutticolo

Dichiarazione di Gian Marco Centinaio Vice presidente del Senato: “importante garantire la qualità e la sostenibilità”

Manuela Murgia di TeleAmbiente intervista Gian Marco Centinaio

In occasione dell’evento organizzato a Parma il 21 settembre 2023 nell’ambito della campagna “Mangiasano 2023”, voglio confermare il mio sostegno all’appello rivolto alla Commissione europea per ampliare le competenze dell’EFSA, che ha sede proprio nella città emiliana. Certificare la sicurezza degli alimenti è fondamentale, ma è altrettanto importante garantire la qualità e la sostenibilità degli stessi, per aiutare i consumatori a scegliere bene e favorire le produzioni di pregio. E sarebbe opportuno che a giudicare sia un’ Autorità europea, che utilizzi gli stessi criteri e le stesse regole per tutti gli Stati membri. L’Italia può presentarsi a testa alta di fronte a questa valutazione, forte delle tante certificazioni DOC e IGP e del prestigio del suo “Made in”. Piuttosto che affidarsi a bizzarre etichette come il Nutriscore o inseguire discutibili abbagli come la carne coltivata, lasciamo che sia l’EFSA a favorire un’alimentazione salutare e consapevole”.

Convegno nazionale a Parma 21 settembre 2023

Dedicato alla memoria e all’esempio di Guido Pollice, fondatore di VAS

 “MANGIASANO (MEGLIO – MENO – ALTRO per un’alimentazione equa, sicura e sostenibile)”, ha ricevuto il patrocinio, tra gli altri, del ministero dell’Ambiente e del Comune di Parma

Il Circolo di Parma di VAS – Verdi Ambiente & Società nell’ambito della XVIII edizione della Campagna MANGIASANO organizza un Convegno a Parma, durante il “Settembre Gastronomico”, sul tema: “Ampliare le competenze dell’ Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare – EFSA anche alla qualità e alla sostenibilità del cibo”.

Per ricordare Guido Pollice

Il convegno, che si terrà il 21 settembre alle ore 19 presso il locale “Arte & Gusto“, in via Emilia Est, 87 a Parma, viene dedicato al ricordo del senatore Guido Pollice, fondatore di Verdi Ambiente & Società – Vas, mancato il 18 giugno 2023 a Milano

Saranno presenti e partecipano al dibattito, tra gli altri, il prof. Giorgio Calabrese, Presidente comitato nazionale per la Sicurezza alimentare e uno dei tredici padri fondatori nel 2002 dell’ Efsa a Bruxelles; Cesare Azzali, direttore dell’UPI di Parma, Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, già Ministro dell’Ambiente e dell’Agricoltura; Nelson Marmiroli, Professore Emerito Bioteconologie ambientali dell’Università di Parma, Daniele Granara, Professore associato di diritto costituzionale all’Università di Genova“: ”Regime agroalimentare e qualità della vita: garanzie costituzionali”; Francesco Lenoci, docente all’ Università cattolica del Sacro Cuore di Milano: “Il cibo giusto è sostenibile”; Fabrizio Capaccioli, Ad del Gruppo AsacertT: “L’impegno di Asacert per la Sostenibilità”, dal Presidente nazionale di VAS, Stefano Zuppello, Cecilia D’Aloia, Vice Presidente de La Doppia Elica e Cinzia Covati, referente Parma  Comitato CFU-Italia odv Comitato Fibromialgici Uniti. A moderare l’incontro Donato Troiano, direttore di Gustoh24 e del Consiglio nazionale di VAS. Parteciperà l’assessore all’Ambiente del Comune di Parma, Gianluca Borghi.

“Mostra” con i pannelli della rassegna stampa

Nel locale di Arte & Gusto verrà inoltre  allestita una “Mostra” con i pannelli di una rassegna stampa “La Candidatura italiana per ospitare l’Autorità alimentare Europea” dal 2000 al 2003 e ci sarà uno spazio dedicato al CFU-Italia odv Comitato Fibromialgici Uniti.

Al termine non mancheranno le specialità enogastronomiche di Parma agli ospiti presenti al dibattito. Per informazioni: Donato Troiano, Cell. 3491471509 – Mail: dtroiano@gustoh24.it

Media partner anche TeleAmbiente col Canale 444 in tutta Italia 

Teleambiente dal 1991 porta avanti la sua mission, quella di “informare per un mondo sostenibile”. La redazione è formata da un team di giovani giornalisti, combattenti green armati di strumenti di comunicazione, nuovi e non, che lottano per diffondere un’informazione veritiera, senza censure, con l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente e il territorio.

Mangiasano 2023: da Parma a Roma

Libro bianco sulla sicurezza alimentare del 12 gennaio 2000 [COM/99/0719 def. – Non pubblicata sulla Gazzetta ufficiale].

1) OBIETTIVO

Descrivere un insieme di azioni necessarie a completare e modernizzare la legislazione dell’Unione europea in materia di alimentazione, per renderla più coerente, più comprensibile e più elastica, per consentire una sua migliore applicazione e per apportare maggior trasparenza ai consumatori. Garantire un alto grado di sicurezza alimentare.

2) PROVVEDIMENTO COMUNITARIO. Continua QUI

La Campagna Mangiasano

Mangiasano è una delle Campagne di VAS, di informazione e di comunicazione sulla sicurezza alimentare e sull’agricoltura ecologica. Comprende attività di ricerca scientifica, partecipazione al dibattito istituzionale e del terzo settore (nazionale e internazionale), attività divulgativa nelle scuole, organizzazione di eventi culturali sul territorio per la valorizzazione dei beni enogastronomici locali.

Da diciotto anni VAS organizza la Campagna Mangiasano in tutta Italia, che ha inizio in concomitanza con la Giornata Mondiale della Biodiversità indetta dalle Nazioni Unite il 22 maggio e termina il 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Nel corso degli anni la Campagna Mangiasano ha ottenuto un riconoscimento da parte delle istituzioni, delle rappresentanze economiche e della società civile per l’approfondimento scientifico e per la capacità di proporre soluzioni. Hanno patrocinato e/o finanziato le varie edizioni della Campagna Mangiasano: il Presidente della Repubblica, i Ministeri competenti, la maggioranza delle Regioni Italiane, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il Segretariato delle Nazioni Unite della Convenzione sulla Biodiversità.

Negli anni la Campagna ha toccato numerosi temi del mangiar sano, dal NO agli OGM e ai pesticidi, alla sicurezza alimentare e alla promozione delle produzioni locali.