Il Festival del Prosciutto di Parma è stato inaugurata oggi, venerdì 10 settembre, in piazza Ferrari a Langhirano, patria del Re dei Salumi. Il Festival della ripartenza.

dav

La conduzione è stata curata, come sempre, dalla brava Francesca Romana Barberini (nella foto qui sotto), madrina del Festival da molti anni e ottima conoscitrice del prosciutto di Parma.

E’ stato il primo cittadino di Langhirano Giordano Bricoli a portare i saluti di benvenuto a tutti gli organizzatori e sostenitori della ventiquattresima edizione del Festival ricordando i sacrifici dei mesi trascorsi ma anche la voglia di ripresa da parte di tutti, a cominciare dal settore agroalimentare compreso quello del Prosciutto di Parma. “Facciamo un festival in versione ridotta ma il solo esserci è un messaggio di speranza”. Bricoli ha poi ringraziato le aziende “che sono un fulcro della nostra economia”.

E’ stato poi la volta di Federico Galloni, vice Presidente del Consorzio di Tutela del Prosciutto di Parma, che ha sottolineato come dopo la fase acuta della pandemia il settore si stia riprendendo superando il periodo più difficile.

Federico Galloni e Francesca Romana Barberini

Sono intervenuti inoltre gli organizzatori e le autorità, dal Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, all’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, dalla consigliere regionale Barbara Lodi al direttore dell’Unione Parmense degli industriali, Cesare Azzali, che si è soffermato sul recente successo di Cibus. Il tutto inframmezzato da un vero e proprio show con un parterre di ospiti per tutti i gusti, tra cui gli chef e food influencer Andrea Mainardi, Federico Fusca e Simone Finetti; il digital artist Diego Cusano; Marco di Costanzo, campione di canottaggio, e la nota nutrizionita Emma Balsimelli.

I foodie in arrivo a Parma per il “Settembre Gastronomicopotranno visitare, con “Finestre Aperte”, “le cattedrali” del Prosciutto di Parma Dop

Da non perdere sabato 11 e domenica 12 settembre Finestre Aperte, il momento clou del Festival del Prosciutto di Parma, che permette di assistere al ciclo di lavorazione e degustare il Prosciutto di Parma direttamente all’interno dei prosciuttifici. A fare da guida saranno eccezionalmente gli stessi produttori che racconteranno e mostreranno come le cosce di suino, grazie a una particolarissima combinazione di clima, tradizione e passione, diventano Prosciutto di Parma DOP. Finestre Aperte è un’occasione unica per far conoscere al grande pubblico le antiche tradizioni e il saper fare, tramandato di generazione in generazione, che si celano dietro il Prosciutto di Parma.

Il programma completo del Festival del Prosciutto di Parma e tutte le informazioni utili per prenotare e organizzare le visite presso i prosciuttifici aderenti è consultabile sul sito QUI.

A Cibus il ministro Giancarlo Giorgetti gusta una fetta di Prosciutto di Parma nello stand del Consorzio di Tutela davanti al direttore Stefano Fanti

Il Prosciutto di Parma si può degustare anche a Parma, sotto i Portici del Grano in Piazza Garibaldi

Nell’ambito di Settembre Gastronomico in corso fin al 26 settembre, il Prosciutto di Parma sarà presente anche in città da lunedì 13 a domenica 19 in Piazza Garibaldi a Parma, sotto i Portici del Grano, presso il Bistrò Parma: uno spazio dove foodie e turisti in arrivo in città avranno la possibilità di assaggiare i prodotti simbolo del made-in-Parma agroalimentare, nelle proposte gourmet firmate da Parma Quality Restaurants.

Tutto sul Settembre Gastronomico su Gustoh24 QUI.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: