Le più forti bartender del pianeta sono pronte il 20 settembre a sfidarsi per contendersi il titolo di nuova regina internazionale dello shaker: Lady Amarena International 2022. Una giornata di spettacolo, orchestrata da Bruno Vanzan e Dany Mitzman, e un’occasione per confrontarsi, grazie a ospiti italiani e internazionali di spicco, sulle nuove tendenze della mixology

Dall’Asia all’Africa, passando per l’Europa e l’Oceania, le più forti bartender da ogni angolo del pianeta si danno appuntamento in Italia, a Bologna, per diventare la nuova campionessa del mondo dello shaker: Lady Amarena. Dal 2015 Lady Amarena è l’unico evento internazionale riservato alle professioniste della mixology, che quest’anno torna sotto le Due Torri con un’edizione caratterizzata dalla forte internazionalità.

Per l’invito è necessario prenotarsi

Appuntamento martedì 20 settembre, a partire dalle ore 9, nella splendida cornice del teatro Arena del Sole, dove 14 barladies, in rappresentanza di altrettante nazioni (Regno Unito, Austria, Svizzera, Polonia, Cipro, Germania, Spagna, Romania, Grecia, Italia, Nigeria, Filippine, Corea del Sud, Singapore), si contenderanno a suon di cocktail il prestigioso titolo di Lady Amarena International 2022. Una giornata all’insegna dello spettacolo, orchestrata dal “maestro dello shaker” Bruno Vanzan e dalla giornalista Dany Mitzman, ma anche un’occasione per riflettere sulle nuove tendenze del bere miscelato, tra innovazione, tradizione ed esaltazione del talento femminile.

Lady Amarena nasce infatti nel 2015 per celebrare il centenario di Amarena Fabbri, icona ideata proprio da una donna, Rachele Fabbri, moglie del fondatore di un’azienda che ha sempre fatto della valorizzazione delle competenze femminili un elemento di forza. Le donne sono un volano anche in un campo, quello del bere miscelato, tradizionalmente presidiato dagli uomini, che oggi, anche grazie a una sempre più massiccia presenza rosa, attraversa una rapida evoluzione.

I riflettori saranno accesi sul presente e sul futuro del settore anche grazie a un parterre di ospiti nazionali e internazionali d’eccezione, che contribuiranno a rendere la giornata un evento irrinunciabile nel panorama beverage.

Tra gli interventi previsti quello di Mauro Mahjoub, per tutti “il re del Negroni”, che parlerà proprio del ruolo sempre più prominente delle barladies nel panorama mondiale. Tra le tendenze che emergono dall’osservatorio privilegiato di Lady Amarena, l’affermarsi di un approccio moderato nel bere, capace di attrarre un pubblico ampio e giovane e di esaltare l’aspetto più sociale, oltre a quello estetico, del bicchiere. Parteciperanno, tra gli altri, Mattia Pastori, già vincitore della World Class Diageo Italia, fondatore e proprietario di Non Solo Cocktail; Massimo D’Addezio, Manager del Chorus Café di Roma, volto e anima della trasmissione di Gambero Rosso Channel Spirits; Cinzia Ferro, la prima Lady Amarena e punto di riferimento della miscelazione italiana; Shofiqul Islam Choudhury, titolare dell’Accademia Bartending di Londra; Anna Knorr, flair bartender nel Guinnes World Record, influencer, opinion leader e titolare dell’Accademia Barschule München di Monaco di Baviera; Giulia Cuccurullo, barmanager dell’Artesian Cocktail bar di Londra; i presidenti AIBES e UKBG, Angelo Donnaiola e Claudia Carozzi. 

I momenti di approfondimento si alterneranno agli show. Il maestro del caffè Gianni Cocco preparerà, per esempio, un piatto scomposto dal titolo Pianeta Fabbri, mentre Aurora Grasso replicherà il cocktail che l’ha portata a vincere lo scettro di Lady Amarena Junior, competizione rigorosamente analcolica riservata alle studentesse degli istituti alberghieri siciliani per promuovere la professionalità e la formazione nel settore delle più giovani.

Il “Lady Amarena Day” si concluderà in un locale del centro cittadino con una cena di gala impreziosita dalla performance della celebrity del flairtender, Micheal Moreni. 

L’evento è reso possibile grazie al contribuito di aziende sponsor, tra tutte ISI oltre a Vetrerie Etrusca, Julius Meinl, The bars e Vermouth Cocchi. 

Identikit delle Barladies dal mondo 

Lady Nigeria- Modupe Idowu

Fondatrice e direttrice del Dees Cocktails, un bar itinerante e un brand di prodotti premium creato per “cambiare il volto della mixology” in Nigeria. Laureata in Scienze Politiche, è appassionata di letteratura e cartoni animati. Nel suo tempo libero ama viaggiare, leggere e sperimentare nuove ricette. Crede nel potere della collaborazione, che cerca di incoraggiare nel suo percorso professionale.

Lady Germania, Linh Nguyen

34 anni, nata a Berlino, ma cresciuta a Marburg, lavora presso l’hotel Villa Rita Rosenpark. Bartender da cinque anni, da tre prende parte a competizioni internazionali, risultando, tra l’altro, vincitrice al Rolling Pin European Bartender Cup e 5° al Diageo Worldclass. Crede nelle potenzialità della mixology femminile ed è convinta che sia giunto il tempo di una nuova era: più colorata, luminosa, femminile. Il suo motto è: mantienilo semplice e rendilo fantastico.

Lady Filippine, Melody Lim 

Folgorata sulla via della mixology nove anni fa, quando assistette a una competizione ai tempi dell’università. Da sei anni lavora nell’industria del food & beverage e ha preso parte alle più importanti competizioni di settore, come Diageo World Class e Bacardi Legacy, portando sempre la sua impronta creativa e artigianale. È appassionata di viaggi e cerca di caratterizzare i suoi cocktail con l’incontro tra culture diverse.

Lady Corea, Park Geon 

Professionista pluripremiata in competizioni internazionali, ha creato per Lady Amarena un cocktail che si ispira all’immagine della “sposa di maggio”, secondo la tradizione coreana “la più bella tra le spose”. La freschezza della primavera, l’eleganza dell’abito, la fragranza del bouquet, il rosso dell’amore compongono un drink femminile, unico e sensazionale.

Lady Italia, Federica Geirola 

Nata nel 1989, bolognese di nascita e romana d’adozione, è attualmente bar manager al Singer Palace Hotel di Roma. Spiccato senso per i trend e le novità del settore, è considerata la “Chiara Ferragni” della mixology. Tra i suoi segni riconoscitivi, il flair bartending, la spiccata capacità di comunicazione e l’ironia. È autodidatta.

Lady Cipro, Stavria Zachariadou

22 anni, con alle spalle studi nel settore marketing. Crede nella capacità dei cocktail di portare alla luce ricordi preziosi e cerca di sviluppare e offrire un’esperienza di consumo unica. Partecipa per la seconda volta a Lady Amarena.

Lady UK, Sara Cassano

Italiana di origine, muove i primi passi nel mondo del bar da piccolissima, lavorando nell’attività di famiglia e poi, ad appena 18 anni, al Four Season. La sua missione è portare nel mondo il concetto del “bere bene”. Nel 2019 si trasferisce nel Regno Unito per affinare le sue tecniche e oggi è la bartender di The Aubrey al Mandarin Oriental di Londra.

Lady Spagna, Jessica Fletcher

Inizia a lavorare nel settore dell’ospitalità nel ristorante di famiglia, in Nuova Zelanda. L’amore per i viaggi l’ha portata in giro per il mondo e a Londra ha sviluppato la sua passione per il bartending. Istruttrice per la scuola europea di bartending, oggi vive in Spagna dove gestisce con il marito una compagnia di eventi di mixology.

Lady Romania, Diana Fodor 

Appassionata del mondo dei cocktail fin da giovanissima, lavora da quattro anni come bartender. Il suo obiettivo è creare drink semplici, con un gusto bilanciato e un sapore unico, che le persone possano trovare indimenticabile.

Lady Svizzera, Noemi Marras 

Cagliaritana di origine, ha lavorato per anni nel mondo del turismo. Un’esperienza che le ha permesso di viaggiare ed entrare in contatto con diverse culture. Inizia a lavorare come bartender sul Lago Maggiore e dopo 11 anni si sposta a Zurigo, entrando a far parte della squadra di uno dei migliori cocktail bar della Svizzera, il Widder Bar. Lady Amarena è la prima competizione a cui partecipa.

Lady Polonia, Ewa Nowicka 

Bar manager del Regina Bar di Varsavia dal 2017, è da 10 anni nell’industria del bere. È amante della cultura dell’aperitivo, ama far incontrare cucina e cocktail. È alla continua ricerca di modi creativi di preparare e servire i drink e adora viziare i clienti.

Lady Austria, Manuela Lerchbaumer

Classe 1972, muove i suoi primi passi nel mondo dell’accoglienza in cucina, per poi spostarsi dietro il bancone del bar. Diplomata alla Bar Academy di Londra nel 1996, oggi è proprietaria del Cocktail Bar Easy di Linz in Austria. Ha partecipato a numerose competizioni internazionali.

Lady Grecia, Maria Kyriaki 

Professionista dalla doppia anima: graphic designer freelance e insegnante di grafica, ma anche bar manager e barlady, gestisce un’attività di catering specializzato in cocktail bar. A unire le sue due passioni, “l’amore per tutto quello che faccio e un “tramonto italiano” che mi accompagni durante il giorno o la notte!”

Lady Singapore, Fitria Asri 

In origine insegnante, ha iniziato a lavorare nel mondo del bar part time, per poi conquistare gradino per gradino una posizione sulla scena di Singapore grazie alla sua abilità e al suo talento nell’ospitalità. Oggi, dopo appena tre anni di “gavetta”, è bartender al Jigger & Pony.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: