La Mostra del Cinema di Venezia 2020, la numero 77, svoltasi in piena pandemia, e per questo motivo definita “umile e frugale”, senza eventi faraonici né alcuna ostentazione di lusso e bellezza tanto che il red carpet risultava “murato” anche nella serata finale per evitare assembramenti dei curiosi, aveva dato questi risultati:

Nomadland, Leone d’Oro di Venezia 77. Pierfrancesco Favino vince la coppa Volpi come miglior attore e Vanessa Kirby come miglior attrice.

Da ricordare che la notte dei Leoni era stata trasmessa in diretta su Rai Movie, RaiPlay e in streaming sul sito ufficiale e sui social della Biennale di Venezia.

Ma come e quando si svolgerà la Mostra del 2021?

Gli organizzatori hanno già fissato la data: la 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, organizzata dalla Biennale di Venezia e diretta da Alberto Barbera; si svolgerà al Lido di Venezia dall’1 all’11 settembre 2021.

La Mostra è riconosciuta ufficialmente dalla FIAPF (Federazione Internazionale delle Associazioni di Produttori Cinematografici).

“La Mostra -è scritta in una nota degli organizzatori- vuole favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, di spettacolo e di industria, in uno spirito di libertà e di dialogo. La Mostra organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema”.

La 60ma edizione del Festival internazionale d’Arte cinematografica di Venezia
“Terrazza Martini” al Festival numero 60

La storia del festival del Cinema di Venezia QUI

IL WORKSHOP VIRTUALE

Si è svolto dal 12 gennaio al 19 gennaio 2021, interamente in modalità virtuale il workshop della 5a edizione di Biennale College Cinema – Virtual Reality International.

Il workshop virtuale ha collegato a distanza – attraverso la piattaforma Raum – lo staff di Biennale College – Cinema con 12 team selezionati da Argentina, Brasile, Cuba, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Italia, Repubblica Ceca, Romania, Turchia.

Da questo gruppo saranno poi selezionati tre progetti, di cui uno sarà presentato nella sezione Venice VR Expanded della 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (1 – 11 settembre 2021), diretta da Alberto Barbera.

12 progetti che hanno partecipato a questo workshop di Biennale College Cinema VR sono:

  • · Alternative Realities
    regista Ana Corrie (Gran Bretagna); prod. Valentina Noya (Italia)
  • · Duchampiana 2.0
    regista Lilian Hess (Germania); prod. Sarah Arnaud (Francia)
  • · GulliVR
    regista Ricardo Karman (Brasile); prod. Bernardo Galegale (Brasile)
  • · Highlife
    regista Tomas Koucky (Repubblica Ceca); prod. Vit Hasek, Jindrich Trcka  (Repubblica Ceca)
  • · Human – Violins
    regista Ioana Mischie (Romania); prod. Sorin Baican, Theodora Giurgiuveanu (Romania)
  • · Lavrynthos
    regista Amir Admoni (Brasile); prod. Fabio Rychter (Brasile)
  • · Origen VR
    regista Emilia Chiquetti (Argentina); prod. Andres Waisberg (Argentina)
  • · Senza Freni
    regista Matteo Nicoletta (Italia); prod. Sara Barbara (Italia)
  • · Tales of the March
    regista Stefano Casertano (Germania); prod. Stefano Bethlen (Italia)
  • · The Broom
    regista Nimrod Shapira (Israele); prod. Nadav Hekselman (Israele)
  • · The Eyes of Mila Kaos
    regista Yimit Ramírez González (Cuba); prod. Claudia Haedo Azor (Cuba)
  • · The Last Party VR
    regista Caffarelli, Barbieri Marchi – Collettivo Alterazioni Video (Italia); prod. Elisa Del Prete (Italia)