Valorizzazione del made in Italy, tutela dei lavoratori e Sosteniibilità, sono i tre pilastri dell’intesa tra ADM, ANCC-Coop, ANCD-Conad e Federdistribuzione

«L’accordo raggiunto tra le associazioni della Distribuzione Moderna e le organizzazioni agricole evidenzia un’opportunità importante per tutti gli attori del comparto agroalimentare: lavorare in un’ottica di sistema su temi comuni per costruire  rapporti di filiera più trasparenti ed equi, a beneficio dei consumatori.

Per l’intero mondo dell’agroalimentare significa valorizzare le eccellenze del Made in Italy, tutelare lavoratori e imprese, restituire ai cittadini un sistema di filiera che crea valore all’insegna dei principi della sostenibilità economica, sociale e ambientale. L’intesa tra distribuzione e mondo agricolo, che si affianca all’accordo raggiunto lo scorso novembre con l’Industria del Largo Consumo, evidenzia la forte sintonia attorno alle proposte rivolte al legislatore per il recepimento della Direttiva Europea sulle pratiche sleali»,

Questo il commento congiunto di ADM, ANCC-Coop, ANCD-Conad e Federdistribuzione ai margini dell’accordo.