Barilla racconta la sua filosofia attraverso le opere di 11 artisti italiani

Dal 3 al 30 settembre, presso i Camminamenti dei Trottatoi di Piazzale della PaceParma, arriva la mostra Grani D’Autore: dalla semina al raccolto del grano duro Barilla. Un viaggio per valorizzare la filiera agricola italiana di qualità, responsabile e sostenibile.

Dopo il suo esordio milanese presso la Biblioteca degli Alberi e in Triennale Milano, la mostra non poteva che giungere a Parma, città materna di Barilla e Capitale Italiana della Cultura 2020-2021, per omaggiare la pasta fatta con Grano Duro 100% Italiano, prodotta proprio nello stabilimento di Parma, il più grande al mondo tra le produzioni Barilla. Grano duro proveniente da 15 regioni italiane, un ingrediente che permette di creare una pasta ancora più gustosa e che tiene meglio la cottura.

Il commento di Paolo Barilla, Vicepresidente del Gruppo

«Il grano è alla base della nostra storia –ha detto Paolo Barilla- e lo sarà nel nostro futuro: per noi non è solo un ingrediente, ma un elemento molto più prezioso. Essere vicini al mondo dell’arte aggiunge bellezza a qualcosa che ci è molto caro. Grazie a tutti gli artisti che ci hanno dedicato le loro emozioni per raccontarlo».

Grani d’autore: gli artisti

Punto di partenza del progetto artistico è il Manifesto del Grano Duro, un prospetto in dieci punti che contiene gli impegni dell’azienda, e i suoi valori guida. 11 artisti italiani hanno raccontato la visione del Manifesto in illustrazioni ispirate alla nuova pasta Barilla e colorate con sfumature simboliche, dai colori caldi del sole che fa maturare il grano fino al cielo azzurro d’Italia sotto cui è nata la nuova pasta.

Gli artisti, provenienti da diverse regioni d’Italia, hanno rappresentato ognuno un punto del Manifesto del Grano Duro Barilla ed i valori alla base di esso: dalla sostenibilità al territorio, dalla sicurezza alla condivisione, e ancora innovazionetradizionefilieraresponsabilitàcollaborazione e molto altro ancora.
Ospite di casa è 
Cristian Grossi, fashion illustrator e video artist di Parma, direttore creativo dello studio Kreativehouse, nelle cui immagini emergono la passione per il Liberty e il forte affetto per la sua terra. L’artista – insieme alla romana Irene Rinaldi, la palermitana Giulia Conoscenti e la napoletana Andrea BoattaCelina Elmi da Firenze, Emiliano Ponzi da Ferrara, Ale Giorgini da Vicenza e Massimiliano di Lauro da Lecce, oltre ad Alessandro Baronciani da Pesaro, il milanese Francesco Poroli e la torinese Elisa Seitzinger – è parte di un team di artisti che testimoniano i valori di Barilla.

Cristian Grossi spiega: «Quello che mi piace di questo progetto è che utilizza l’arte e gli artisti per creare qualcosa di nuovo. Il patrimonio artistico non è un libro che va spolverato e consultato ogni tanto, è una risorsa continua di topos, valori, soluzioni. Non va riscoperto, va utilizzato, anche dai brand. Si parla tanto di aziende creative driven ma poi il mondo della cultura è il primo a non applicare questo modello e invece Barilla ci ha sempre visto lungo collaborando con grandi talenti da Fellini a Wim Wenders”.

Grani d’autore: la mostra

L’esposizione, gratuita e organizzata nel rispetto delle norme vigenti anti-Covid, è un percorso esperienziale, percorribile da entrambi i lati e costituito da elementi specchianti che amplificano il contesto in cui vengono inseriti. I visitatori diventano parte dell’esperienza, anche grazie alla realtà aumentata che rende le illustrazioni interattive, evidenziando ancora di più i valori del Manifesto, il legame con il territorio e i suoi abitanti.

Maria Vittoria Baravelli, “art sharer” sui social e firma d’arte per diverse testate nazionali e internazionali, ha guardato a Barilla e al suo progetto attraverso la lente unica della storia, mettendo in luce con la sua visione fresca e contemporanea i passi compiuti dall’azienda per arrivare al risultato della pasta fatta con Grano Duro 100% italiano.

La mostra vive anche sul sito Barilla in versione digitale, dove, oltre alle opere, è possibile scoprire le storie degli artisti, il loro pensiero, i grandi temi dietro al Manifesto Artistico. Il sito offre inoltre la possibilità di partecipare a un tour guidato virtuale e di scaricare i wallpaper delle opere per stampa e riproduzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: