Crippa, Leemann, Mammoliti, Trovato e Taglienti gli chef italiani nel nuovo “5 Radishes” Chefs Club

Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2021 “Anno internazionale della frutta e della verdura”, ingredienti fondamentali per una dieta sana e diversificata.

Secondo la FAO e l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per prevenire malattie croniche quali il cancro, il diabete, le malattie cardiocircolatorie e l’obesità oltre che per ovviare alle carenze di micronutrienti, una persona adulta dovrebbe consumare almeno 400 grammi di frutta e verdura al giorno all’interno di una dieta sana e varia.

Nonostante questo difficile 2021, causa pandemia, moltissime sono le iniziative per diffondere il consumo di frutta e verdura e i prodotti sani e salutari.

Il 22 maggio il lancio della Campagna MANGIASANO 2021 promossa da VAS

Da segnalare che il il prossimo 22 maggio verrà lanciata, dall’associazione ambientalista Vas (Verdi Ambiente & Società), la Campagna nazionale MANGIASANO 2021 che quest’anno avrà tra le tante iniziative del “mangiar sano” anche la promozione e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica riguardo all’impatto positivo del consumo di frutta e verdura sulla salute delle persone, sul benessere ambientale, sociale, sullo sviluppo sostenibile e sicurezza alimentare per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

In questo quadro ci sono anche le azioni di We’re Smart Academy che riunisce i migliori chef internazionali per condividere la loro esperienza sulla cucina sana ed ecologica attraverso libri di cucina, manuali, webinar e sessioni con altri chef, aziende alimentari e consumatori.

Una iniziativa che avrà un momento importante con la pubblicazione della nuova Green Guide,  – normalmente in uscita nel mese di maggio- rinviata quest’anno al 20 settembre a causa della pandemia.

We’re Smart Academy per promuovere i migliori progetti legati alla frutta e verdura

Insieme alla sua Academy, We’re Smart World, l’associazione belga che promuove uno stile di ristorazione orientata alla sostenibilità e all’uso delle verdure e della frutta al centro della proposta culinaria, lancia il nuovo “5 Radishes” Chefs Club. Il collettivo riunisce i 79 migliori ristoranti di verdure del mondo che hanno ottenuto la prestigiosa valutazione “5 Radishes” (ravanelli). I “Radishes” costituiscono il sistema di valutazione proposto dalla Green Guide.

Tra i criteri di selezione per ottenere il punteggio di 5 ravanelli vi sono la peculiarità di utilizzare frutta e verdura in almeno due terzi del menu e la grande attenzione ai prodotti locali e sostenibili, unitamente al disporre di sistemi per limitare il consumo di acqua ed energia all’interno del locale.

Cinque gli italiani inseriti nel prestigioso “5 Radishes” Club: Enrico Crippa (Piazza Duomo), Pietro Leemann (Joia), Michelangelo Mammoliti (La Madernassa), Luigi Taglienti e Gaetano Trovato (Arnolfo).

We’re Smart® World è l’indiscusso riferimento culinario mondiale quando si tratta di frutta e verdura. Nata da un’idea di Frank Fol, The Vegetables Chef®, l’organizzazione riconosce e promuove individui, ristoranti e altre attività che pongono frutta e verdura al centro del mondo del cibo.

#Parlaconme: Frutta e verdura, “Nutraceutica

Il nuovo modo di fare prevenzione a tavola (su Gustoh24).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: