Una dichiarazione del Presidente di Vas Stefano Zuppello

Se non ora, quando?. Nonostante da decenni scienziati e ambientalisti ci avessero messi in guardia in molti hanno pensato ad altro. In questi anni tanti appelli e proposte sono sempre state disattese  (Leggere qui ALMENO IL 55%. LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PER IL CLIMA)

Ma ora non si può più aspettare.

Se stiamo ancora fermi le conseguenze saranno catastrofiche e colpiranno soprattutto le popolazioni già più vulnerabili. Occorre fare molto di più, e in fretta anche in vista della riunione del COP26 sul clima di fine ottobre a Glasgow, copresieduta da Gran Bretagna e Italia.

Ma i giovani non aspettano e si mobilitano. Domani 24 settembre i ragazzi di Fridays For Future Italia  chiedono  a tutte e a tutti di scendere in piazza per lo sciopero Globale per il Clima.

Chi subito accoglie l’invito è l’associazione Verdi Ambiente e Società accoglie l’appello.

L’appello di VAS

Stefano Zuppello (primo a sinistra) in una assemblea di Vas

La lettera indirizzata agli “adulti” di oggidichiara Stefano Zuppello, Presidente dell’associazione Verdi Ambiente e Societàche sono stati ragazzi ieri, esorta tutti ad essere uniti nella battaglia per il clima. Un appello che dobbiamo e vogliamo accogliere. Domani le migliaia di ragazze e ragazzi che scenderanno in piazza in tutto il mondo per lo Sciopero Globale per il Clima, non solo non dovranno essere lasciati soli ma soprattutto dovranno essere ascoltati dalle istituzioni e dai politici.

L’emergenza climatica è ormai, purtroppo, un dato di fatto confermato sia dalla Scienza sia dai catastrofici eventi climatici che sconvolgono il Pianeta, provocando danni incalcolabili e irreversibili.  Appaiono sempre più evidenti le conseguenze non solo sul piano economico ma anche sociale, con flussi migratori incontrollabili.

Le parole e le promesse non bastano più, c’è bisogno di fatti concreti e scelte coraggiose. E si devono fare in fretta.

In Italia l’occasione dei fondi destinati al PNRR, dopo i primi provvedimenti e sentite le dichiarazioni del Ministro alla Transizione Ecologica, rischia di non essere sfruttata nella giusta direzione.

Lo sciopero di domani e le richieste che verranno ribadite dalle piazze di tutto il mondo ci auguriamo determinino un vero cambiamento di rotta per avviare una reale transizione ecologica.

Verdi Ambiente e Società – conclude Zuppello – sarà ancora una volta al fianco di quei giovani che scenderanno in piazza condividendo e rilanciando il loro slogan: SALVARE IL FUTURO NON HA PREZZO”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: