Usciti i risultati della prima Sonda “Raffaello” su come il mondo dell’alimentare si pone per capire quale sarà il futuro delle filiere agroalimentari 

Nel 2020 la Commissione europea ha pubblicato l’attesa strategia “Farm to Fork”, come parte importante dell’European Green Deal. Questa strategia tocca molti aspetti della filiera, dall’agricoltura fino al modo in cui vengono etichettati gli alimenti. Da allora molte sono state le domande che il mondo dell’agroalimentare si è posto per capire quale sarà, in questo nuovo contesto, il futuro delle filiere agroalimentari. 

Il primo monitor del settore F&B e Hospitality, dedicato al tema della sostenibilità, condotto dall’Osservatorio Sonda riserva qualche sorpresa, ma anche la conferma di una evoluzione in atto nei consumi che si fanno sempre più consapevoli.

Sorprese e conferme su comportamenti e desideri dei consumatori che si dichiarano pronti a spendere di più se meglio informati, sono stati illustrati  in un articolo scritto da Stefania Miglio, che ha esaminato il primo monitor del settore F&B e Hospitality, dedicato al tema della sostenibilità svolto dall’Osservatorio che noi qui noi riprendiamo. Ecco alcuni dati.

L’80% dei consumatori vorrebbe avere maggiori informazioni in termini di Filiera Sostenibile, ma le aziende sono pronte?

Non abbastanza, pare, dunque, si può e deve fare di più! Ma cosa?

Chi sono questi consumatori evoluti?

Quanto sono disponibili a spendere in più per prodotti o servizi che rispondano alla loro esigenza di sostenibilità?

Fino all’8% in più per le aziende che per le confezioni scelgono materiali riciclabili o compostabili.

Fino al 20% in più per quei ristoranti che propongono menu sostenibili e stagionali.

Sono questi alcuni degli spunti di riflessione per l’intero settore alimentare, che emergono dalla corposa analisi svolta dall’Osservatorio Sonda. “Raffaello”, la prima Sonda, lanciata dagli analisti dell’innovativa startup che si occupa di ricerca e consulenza nei settore dell’F&B e Hospitality, risponde, in modo approfondito, alle domande che vengono rivolte alle aziende del settore, dalle più grandi società alimentari alle aziende di ristorazione collettiva e commerciale, fino al più piccolo ristorante.

Comprendere quale sia la reale propensione dei consumatori a una vita “sostenibile” è determinante per organizzare la propria offerta di beni e servizi seguendo ciò che il mercato chiede.

Districarsi tra le scelte dei clienti non è facile senza conoscerli, senza sapere quali siano le tendenze di consumo, le aspettative rispetto ai diversi temi di cui sentiamo parlare ogni giorno, ma senza poterci basare su dati concreti.

Non sorprende, leggendo i risultati del monitor condotto con questa interessante prima sonda che comportamenti più o meno virtuosi cambino a seconda della fascia d’età, perché mangiare bene, scegliendo prodotti di qualità, non sempre è sostenibile in termini di prezzo. 

Così i più giovani, se da una parte sono più sensibili al tema e si dichiarano diffidenti rispetto alle reali intenzioni di chi produce o li serve al ristorante, dall’altra si vedono costretti a dare meno importanza alla qualità, perché costa di più.

Ma cosa significa, dunque, essere sostenibili? 

Attenzione alla filiera? Packaging di carta/cartone/vetro? Cura nelle scelte di acquisto o dei menu del ristorante (pochi piatti, ma buoni)? Km0 o Km buono?

Quali saranno le professioni del futuro che aiuteranno le aziende a diventare concretamente disponibili?

Cosa fa un Brand Ambassador del territorio? Cosa significa diventare Eco-Chef?

Risposte a questi e altri quesiti, così come succederà per i successivi temi analizzati nei

prossimi mesi, si trovano nella sonda Raffaello (la quantità di informazioni a cui è possibile  accedere varia a seconda delle tipologie di abbonamento sottoscritto 5, 50 o 500 €). L’Osservatorio Sonda è una startup innovativa che si occupa di ricerca e consulenza nei settori F&B e Hospitality a 360° (ristorazione commerciale e collettiva, industria alimentare, trend nei consumi)

Attraverso la ricerca dei trend e l’analisi dei dati, si conosce il mercato per come si presenta oggi e nei possibili scenari futuri. Grazie alla conoscenza del mercato, vengono individuate le azioni da compiere con l’obiettivo finale di supportare le aziende a crescere e cambiare.

Per leggere la ricerca di “Osservatorio Sonda” consultare il sito qui: http://www.osserrvatoriosonda.it

Tutto su Gustoh24 QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: