ROMA (ITALPRESS) – Il mondo del canottaggio accanto a tante donne dello spettacolo, delle istituzioni, della politica, del giornalismo, pronte a ritrovarsi sul Tevere per la II edizione di “RemaRoma per la Vita”, manifestazione sul Tevere, tutta al femminile, organizzata in occasione di “Roma Breast-Days” (14-15 ottobre 2022). “Il canottaggio è fondamentale per le persone che hanno subito un trauma, non solo dal punto di vista psicologico. Studi recenti stanno rivelando che il nostro sport può contribuire anche dal punto di vista terapeutico, in particolare per il recupero e la riabilitazione”, ha evidenziato il presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale nel corso della presentazione. “Attraverso lo sport le donne che hanno una patologia come il tumore al seno possono trovare una motivazione e voglia di reagire. Questa iniziativa è molto importante e garantisco il mio sostegno e la mia partecipazione sportiva a questo evento, non posso tirarmi indietro”, ha garantito a sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali. “Il Roma Breast-Days lancia un forte messaggio anche legato alla prevenzione. La diagnosi precoce è un’arma formidabile per il contrasto a questo tumore. E il binomio sport e salute è assolutamente importante”, ha detto l’assessore della Regione Lazio alla Sanità, Alessio D’Amato. “Complimenti per questa iniziativa nel segno della bellezza del canottaggio, per rilanciare un tema fondamentale e dal grande impatto sociale che mette al centro la forza dello sport”, il messaggio del presidente del Coni Giovanni Malagò. Alla prima edizione di “RemaRoma per la Vita”, che si è svolta a ottobre 2021, hanno partecipato su imbarcazioni “8 yole” le squadre composte da un totale di circa 100 donne e l’appello del presidente Abbagnale è chiaro: “Lo scorso anno erano presenti 12 equipaggi, per la prossima edizione vorrei averne almeno il doppio, perchè vorrebbe dire che questo evento sta crescendo”.(ITALPRESS).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: