Il borgo di San Miniato domina la valle dell’Arno e conserva ancora intatto tutto il suo antico fascino, costituito di strade e vicoli che si snodano sinuosamente per tutto il centro storico; angoli pittoreschi, monumenti, chiese, palazzi storici e scalinate che collegano un borgo disposto su più livelli, per culminare con il verde pianoro della “Rocca di Federico II”, su cui si erge la sua caratteristica torre dalla quale si gode di una vista panoramica a 360° sull’intero territorio circostante.

All’interno del Pepenero

Di fronte alla Torre è situato il ristorante Pepenero, una location stilosa e lineare, dalle ampie vetrate dalle quali ammirare un panorama fiabesco e dai complementi d’arredo di grande design.

È il regno di Gilberto Rossi, chef e patron che, con la sua brigata, cattura i palati più raffinati ed esigenti.

Una cucina toscana tradizionale e rivisitata, in cui il pregiatissimo tartufo bianco è uno degli ingredienti fondamentali e protagonisti dei suoi piatti creativi.
Gilberto Rossi, veneto di nascita ma toscano di adozione con un percorso professionale di grande valore nei ristoranti più prestigiosi d’Italia.

La svolta avviene grazie al suo trasferimento in Toscana, al Relais & Chateaux “La Collegiata” di San Gimignano, Siena. In pochi mesi ottiene il ruolo di primo cuoco, promuovendo una cucina del territorio “rivisitata”, alla riscoperta dei sapori genuini.

Lo chef con Antonella Clerici

Clienti noti frequentavano il ristorante, Toni Blair, Simona Ventura, Anthony Hopkins, Corneliani, Zegna, tantissimi giocatori e molte alte autorità straniere oltre a quelle italiane. Conclusa la sua esperienza a San Giminiano, viene ingaggiato al Pepenero ristorante di cui diviene, dopo solo un anno,  proprietario unico.

Nel frattempo lo chef Gilberto Rossi nel 2005 conquista la platea televisiva direttamente dalla sede di Milano di Rai Uno.

Fu Anna Moroni a notarlo durante la partecipazione alla Fiera del lusso di  Verona, tra ben quaranta cuochi italiani, premiati in quell’occasione come migliori chef d’Italia.
Inizia da questo momento la sua avventura televisiva, nel luglio dello stesso anno prende parte alla selezione per la trasmissione di Rai Uno “La Prova del  Cuoco” condotta da Antonella Clerici, viene scelto tra cinquecento concorrenti, insieme a Nicola Rapino e Andrea Ribaldone.

Dal 2005 al 2017 calca il palcoscenico televisivo entrando nelle case degli italiani con le sue ricette in cui gli elementi essenziali sono la genuinità, l’autenticità e la stagionalità che rispecchiano il suo carattere ed estro culinario.

I piatti dello chef Gilberto Rossi, seducono e affascinano con la loro valenza di tradizione Toscana, rivisitati in armonia con la sua filosofia di cucina.
Invece in sala, giovani talenti, accolgono la clientela con professionalità, attenzione, cura e discrezione, elementi principi per far sentire l’ospite a casa.

Una carta vini stilata per esaltare i piatti in un intreccio di territorialità e identità.

San Miniato è un borgo storico dalle mille scoperte e sfaccettature dove la cucina dello chef Gilberto Rossi con le sue suggestioni e creatività, ha trovato la sua espressione massima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: