L’assemblea generale di Cantine Riunite & Civ, ha approvato il Bilancio dell’esercizio chiuso al 31 luglio scorso con un fatturato di 237 milioni di € e un margine operativo lordo di 21,5 milioni di Euro.

La cooperativa, che ha un capitale suddiviso tra circa 1.500 soci produttori di uve e diverse cantine associate in Emilia-Romagna e Veneto, chiude l’esercizio 2020/21 con un fatturato pari a 237 milioni di euro, in crescita di oltre il 5% rispetto all’esercizio precedente e confermando la propria leadership nei vini frizzanti emiliani quali Lambrusco e Pignoletto e nel Prosecco grazie ai prodotti di Cantine Maschio. L’esercizio si chiude con un margine operativo lordo pari all’8,7% del valore della produzione, corrispondente a oltre 21,5 milioni di euro, che consente alla cooperativa di remunerare ai soci che nella vendemmia 2020 hanno conferito oltre 810 mila quintali di uva, un prezzo medio di riparto di 52,80 € al quintale.

L’utile d’esercizio, destinato dall’assemblea a riserva indivisibile, è pari a 12,5 milioni di euro. Il patrimonio netto della cooperativa raggiunge un ammontare pari a 187,4 milioni, pari al 44% delle proprie fonti. Ammonta a 25,7 milioni di euro il valore depositato dai soci sotto forma di prestito sociale. La cooperativa chiude l’esercizio con una posizione finanziaria netta positiva pari a 3,8 milioni di euro evidenziando un significativo miglioramento e raggiungendo l’obiettivo del Piano triennale.

Sul fronte dell’export, la vocazione internazionale della cooperativa viene confermata dalla presenza dei propri vini in oltre 90 Paesi con una crescita del 12% evidenziando ottimi risultati in Centro e Sud America, nel Regno Unito, in Russia e nel resto d’Europa. Sul mercato nazionale, nonostante l’emergenza sanitaria abbia ridotto i consumi fuori casa, il risultato è complessivamente positivo (+3%). Ottime performances si sono registrate nelle vendite del Pignoletto Righi che si conferma leader nel canale moderno.

Il Mondo di  RIUNITE & CIV

Cantine Riunite & Civ è tra le più importanti aziende vitivinicole d’Italia, specializzata nella produzione di vini frizzanti territoriali, quali Lambrusco, Pignoletto e Prosecco, con mercato domestico e internazionale. Il modello aziendale di Cantine Riunite & Civ è fondato su una solida base sociale composta da circa 1.500 soci viticoltori che lavorano 4.600 ettari di vigneti.

Vanta un sistema di produzione integrato che garantisce la qualità̀ e la tracciabilità̀ del prodotto con ben otto centri di vinificazione e tre centri di produzione. La sede amministrativa è a Campegine dove si trova anche uno degli stabilimenti produttivi; le aree di vinificazione, nonché́ le cantine conferitrici e gli stabilimenti produttivi sono collocati nelle zone DOCG, DOC e IGT delle province di Reggio Emilia, Modena e Treviso.

L’azienda detiene marchi come Riunite e Albinea Canali, Cantine Maschio e Maschio dei Cavalieri, Righi e Gaetano Righi. Il gruppo cooperativo Riunite & CIV è anche proprietario del Gruppo Italiano Vini assieme al quale sviluppa un fatturato aggregato intorno i 600 Mni €, collocandosi al primo posto in Italia e tra i primi posti nella classifica dei grandi produttori vinicoli nel mondo

Informazioni: www.riuniteciv.com/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: