Il ministro Patuanelli: Necessario dialogo continuativo tra mondo istituzionale e soggetti della filiera

La Fic, presente con il presidente Pozzulo e Circiello, lancia la proposta del riconoscimento giuridico della figura del cuoco

Si è svolto al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali il primo “Tavolo della gastronomia italiana”, convocato dal Ministro Stefano Patuanelli e dalla viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde, per sviluppare il confronto, già avviato nei mesi scorsi, sulle tematiche cruciali per il settore ristorativo ed indicare prospettive future di rilancio.

Al centro della riunione, alla quale hanno partecipato la Federazione Italiana Cuochi, l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto, l’Associazione Le Soste, l’Associazione Professionale Cuochi Italiani, Euro Toques Italia, Charming Italian Chef e Jeunes Restaurateurs Italia, la necessaria riforma del lavoro, che riconosca al comparto caratteristiche uniche non paragonabili ad altre realtà cui oggi è assimilato, congiuntamente alla riduzione del cuneo fiscaleLa necessità di rivedere il codice Ateco, la creazione di un registro delle imprese, la formazione dei giovani e la reintroduzione dei voucher. Inoltre le associazioni presenti hanno sottolineato l’importanza di utilizzare anche i nuovi “strumenti” come il Green Deal e il Pnrr.

I commenti del ministro Patuanelli e della viceministra dello Sviluppo economico Alessandra Todde

E’ iniziato un percorso insieme alla ristorazione, ha detto il Ministro Stefano Patuanelli, e ringrazio le associazioni intervenute perché portano le nostre eccellenze sulle tavole italiane ed estere. È necessario assicurare il dialogo continuativo tra mondo istituzionale e soggetti della filiera”, Il Ministro ha sottolineato che è allo studio la messa a punto di una misura di sostegno simile al Fondo Ristorazione, “ma più strutturata e con una minore incidenza economica”.
Quanto alla riduzione del cuneo fiscale, chiesta dalle associazioni di ristorazione, il Ministro ha spiegato che “alcuni passi concreti ci saranno già nella prossima legge di bilancio“.
I prossimi incontri saranno strutturati con tavoli definiti con i ristoratori e che saranno seguiti da tecnici di ministeri diversi”, ha sottolineato la viceministra dello Sviluppo economico Alessandra Todde.

Alessandro Circiello,  Carlo Cracco, Rocco Pozzulo, Stefano Patuanelli e Alessandra Todde

La FIC: riconoscimento giuridico della figura del cuoco

Il cuoco rappresenta una figura fondamentale per la storia, la cultura e le tradizioni del nostro Paese ma il cuoco oggi gode ancora di poca tutela dal punto di vista giuridico. La necessità del riconoscimento giuridico della professione di cuoco come professionista del settore è stato ribadito dal presidente Rocco Pozzulo e Alessandro Circiello della Federazione Italiana Cuochi che da tempo sta portando avanti la proposta del riconoscimento giuridico della figura del cuoco.

Il ministro Patuanelli ha annunciato la creazione di una direzione all’interno del Mipaaf dedicata alla ristorazione.